In my mailbox #1 – Acquisti libreschi

È il momento di aprire una nuova rubrica qui su Pensieri d’Inchiostro.
Non so quanti di voi conoscano il progetto “In my mailbox”. Nel caso non sappiate di cosa si tratta, cito dal sito stesso del progetto: “In my mailbox nasce su ispirazione dell’omonimo modello di stampo americano/inglese gestito da blogger con una passione viscerale per la lettura”. Detto molto brevemente, si tratta di una rubrica periodica che si propone di mostrare ai lettori i libri che durante la settimana si sono aggiunti alla libreria del blogger in questione: i romanzi acquistati, quelli presi in biblioteca o scambiati, quelli inviati dagli autori per le recensioni… tutto è concesso, in pratica.
Ho già fatto una cosa del genere con il post “Acquisti di agosto – provviste per l’inverno“, ma visto che la settimana che sta per concludersi è stata particolarmente abbondante in fatto di acquisti libreschi (nel senso lato del termine, dato che non tutte le new entry sono state comperate) ho deciso di approfittarne e di cominciare questa rubrica periodica. Perciò ecco a voi

In my mailbox – Acquisti libreschi

– 

Titolo: Guardiani tra i mondi
Fa parte di: Loèdill (#1/2)
Autore: Francesca Poggioli
Editore: Lulu
Pagine: 516
Prezzo: €18,98 (eBook: €1,50)
Lo trovi su: Lulu, aNobii

Ringrazio l’autrice per avermelo inviato. 

Keia, Conn e Telanil, tre ragazzi delle Grandi Pianure. Meniam, la vecchia che li ha cresciuti, nascondendo del tutto la propria identità pur di proteggerli. Ellea, giovane fuorilegge e unica sopravvissuta allo sterminio della sua famiglia. Imuan, giovane capitano dell’esercito che ha invaso le loro terre. Il destino li trascinerà nel pieno di una guerra che si combatte fin dalle origini del Tempo. Prima parte di una saga in due libri, che si concluderà con “Loèdill II – Una nuova Ricerca”. 

~     ~     ~

Titolo: La luce, il buio e i segreti di Andàra – Sotto la croce
Autore: Davide Sassoli
Editore: La penna blu
Pagine: 310
Prezzo: €16,50
Lo trovi su: Sito dell’editore, aNobii, IBS

Ringrazio l’autore per avermelo inviato. 

“La fuga è terminata. I secoli sono passati. Il nuovo mondo ha atteso paziente.
Ora è finalmente pronto a svelare i misteri celati nei suoi boschi e fra i suoi monti, a fomentare le paure dei temerari e forse inconsapevoli pionieri che percorreranno le sue vie, ad aprire le porte per un’avventura indimenticabile.
Credetemi… io lo so!”
Sette giovani ragazzi. Un presagio oscuro e incomprensibile. Una civiltà sotto una bolla di cristallo. Un eroe leggendario che non sa di essere tale. Daniss’ovihio, Danny per chiunque, è solo un ragazzo che sogna di viaggiare lontano. Ma se la fantasia trasforma i sogni in realtà, a volte la realtà trasforma i sogni in incubi. Riuscirà a riprotare i suoi amici vivi fino a casa? Si fideranno di lui?
Un tecno-fantasy sorprendente e incalzante, sotto l’incanto di un sole blu. 

~     ~     ~

Titolo: Il libro dei misteri
Autore: Roberto Re
Editore: Gruppo Albatros – Il Filo
Pagine: 434
Prezzo: €15,00
Lo trovi su: Sito dell’editore, aNobii, IBS, Bol, Libreria universitaria, La Feltrinelli

Scambiato su aNobii. 

Mathan, Hyana, Kilian… e poi una dea-gatta e un corvo misterioso… e una girandola di personaggi in viaggio, scaraventati in una missione che avrebbero volentieri evitato… Ma il loro universo è minacciato da forze oscure che vanno riconosciute e combattute. Solo un gruppo di prescelti può portare a compimento una missione così delicata: da secoli il Libro dei Misteri è perduto, e ritrovarlo diventa fondamentale per non soccombere alle forze maligne che avanzano in un mondo di pace. Inserito nella migliore tradizione fantasy, e al tempo stesso originale e moderno, questo libro avvincente terrà legato il lettore fino all’ultima pagina, coinvolgendolo nelle vite sconvolte e irte di difficoltà dei coraggiosi personaggi. 

~     ~     ~

Titolo: Inheritance
Fa parte di: Ciclo dell’Eredità (#4/4)
Autore: Christopher Paolini
Editore: Rizzoli
Pagine: 834
Prezzo: €24,00
Lo trovi su: Libreria Rizzoli.it, aNobii, IBS, Amazon, Bol, Libreria Universitaria, La Feltrinelli

eBook scambiato su aNobii.

Sembrano appartenere a un’altra vita i giorni in cui Eragon era solo un ragazzo nella fattoria dello zio, e Saphira una pietra azzurra in una radura della foresta. Da allora, Cavaliere e dragonessa hanno festeggiato insperate vittorie nel Farthen Dûr, assistito ad antiche cerimonie a Ellesméra, pianto terribili perdite a Feinster. Una sola cosa è rimasta identica: il legame indissolubile che li unisce, e la speranza di deporre Galbatorix. Non sono gli unici a essere cambiati: Roran ha perso il villaggio in cui è cresciuto, ma in battaglia si è guadagnato rispetto e un soprannome, Fortemartello; Nasuada ha assunto il ruolo di un padre morto troppo presto; il destino ha donato a Murtagh un drago, ma gli ha strappato la libertà. E ora, per la prima volta nella storia, umani, elfi, nani e Urgali marciano uniti verso Urû’baen, la fortezza del traditore Galbatorix. Nell’ultima, terribile battaglia che li attende rischiano di perdere ciò che hanno di più caro, ma poco importa: in gioco c’è una nuova Alagaèsia, e l’occasione di lasciare in eredità al suo popolo un futuro in cui la tirannia del re nero sembrerà soltanto un orribile sogno. Tutto è iniziato con “Eragon”, tutto finisce con “Inheritance”. 

~     ~     ~

Titolo: The Mark
Autore: Leigh Fallon
Editore: Sperling&Kupfer
Pagine: 268
Prezzo: €16,90
Lo trovi su: Sperling.it, aNobii, IBS, Amazon, Bol

eBook scambiato su aNobii.

Il primo giorno in una scuola nuova. Megan ormai ci è abituata. Da quando sua madre è morta, non è mai rimasta nella stessa città per più di un anno. Suo padre l’ha costretta a trasferirsi continuamente, accettando le più disparate offerte di lavoro in giro per il mondo. E ora eccola lì, davanti al liceo di una sperduta cittadina nel sud dell’Irlanda, mentre si stringe nel maglione blu della divisa, cercando di passare inosservata. Ma questa volta ha deciso che sarà diverso. Perché questa volta vuole restare. Finalmente, dopo tanto tempo, le cose sembrano andare nel verso giusto.
Almeno fino al momento in cui, nel corridoio della scuola, i suoi occhi incontrano quelli di Adam De Rís. All’improvviso, Megan inizia a tremare in modo incontrollabile: qualcosa in quel ragazzo dallo sguardo sfuggente la attrae e al tempo stesso la spaventa. La paura, e la curiosità, di Megan aumentano quando viene a sapere che in paese circolano strani pettegolezzi su Adam.
Voci inquietanti che collegano lui e tutta la sua famiglia ad antiche leggende celtiche e a riti occulti. Megan non ha mai creduto alle favole ed è decisa a scoprire il segreto di chi le sta rubando il cuore. Un segreto che la riguarda molto da vicino. 

~     ~     ~

Titolo: Il mercante di libri maledetti
Autore: Marcello Simoni
Editore: Newton Compton
Pagine: 351
Prezzo: €9,90
Lo trovi su: Newtoncompton.com, aNobii, IBS, Amazon, Bol

eBook scambiato su aNobii. 

È il mercoledì delle ceneri dell’anno 1205 quando padre Vivïen de Narbonne è costretto a fuggire, braccato da un manipolo di cavalieri che indossano strane maschere. Il monaco possiede qualcosa di molto prezioso, che non è disposto a cedere ai suoi inseguitori.
Sono passati tredici anni da quel terribile giorno, quando Ignazio da Toledo, un mercante di reliquie, riceve da un nobile veneziano l’incarico di mettersi sulle tracce di un libro rarissimo, l’Uter Ventorum. Si dice che contenga antichi precetti della cultura talismanica orientale, e permetta di evocare gli angeli e la loro divina sapienza. Inizia così l’avventuroso viaggio di Ignazio tra Italia, Francia e Spagna, sulle tracce di un manoscritto che qualcuno pare abbia smembrato in quattro parti e accuratamente nascosto. Solo chi è in grado di risolvere complicati enigmi, e di decifrare strani messaggi disseminati nel percorso che conduce al libro, potrà trovarlo e accedere ai suoi segreti. Ma Ignazio non è l’unico a volerlo. Ci sono personaggi loschi e ambigui che intendono entrarne in possesso, anche con l’inganno e con la forza. Chi riuscirà per primo a scoprire dove si trova? E cosa saranno pronti a rischiare, tutti coloro che lo inseguono, per svelare per primi i suoi arcani misteri? 

~     ~     ~

Titolo: Il sentiero di legno e sangue
Autore: Luca Tarenzi
Editore: Asengard
Pagine: 144
Prezzo: €8,90
Lo trovi su: Asengard.it, aNobii, IBS, Amazon, Bol

eBook scambiato su aNobii. 

Apre gli occhi nel cuore di un’immensa conchiglia. Ha un corpo di legno articolato e ingranaggi, e il cadavere del suo costruttore giace accanto a lui. Non ha un nome, non ha memoria, ma appena nato ha già mostruosi nemici che lo braccano e una missione che non ha chiesto né desiderato: diventare umano. Attorno a lui c’è un mondo che un’antica catastrofe ha trasformato nel sogno delirante di un folle, alle sue calcagna due Incubi, la Maschera e la Bestia, e davanti a lui un sentiero costellato di mutazioni, tribù selvagge, divinità del caos e giganti marini che lo condurrà verso un destino molto più incerto di quanto i suoi creatori avessero mai potuto prevedere.

E voi cos’avete acquistato? Quali nuovi libri sono entrati a far parte della vostra libreria? 🙂

Annunci

38 responses to “In my mailbox #1 – Acquisti libreschi

  • Chiara

    vedo che alla fine Inheritance è entrato a far parte della tua lista “libresca”… la mia copia giace sulla mensola sopra il letto, non vedo l’ora di iniziarla… chissà che cosa avrà pensato Paolini ‘sta volta:)

    • topolinamarta

      Haha, sì, ma per ora solo in eBook ^^ Credo che alla fine lo comprerò anche in “carne ed ossa” perché non mi piace lasciare le saghe a metà… però, come ti ho già scritto, lo farò solo se riuscirò a trovarlo alla Melbook o in un qualche altro negozio di libri usati ^^

      PS: non vorrei fare l’uccellaccio del malaugurio, ma i commenti che ho letto finora non sono il massimo… Ho paura che ci ritroveremo con un nuovo mattonazzo >.>

  • Jayla

    Ce ne sono molti davvero interessanti *-*
    Speriamo che sia bello anche il contenuto! Io purtroppo non ho fatto grandi acquisti ultimamente… Ho comprato il nuovo libro di Licia (diceva che la sua protagonista sarebbe stata diversa ma io l’ho vista identica a Nihal, mi sembrava che parlasse lei e dopo l’inizio mi ha annoiata abbastanza .-.) poi ho preso anche io Inheritance ma devo ancora finire Brisingr, è proprio un mattone >.<
    E poi "La città dei libri sognanti" di Walter Moers che ho appena cominciato!

    • unavitalunatica

      Come riesci a stare dietro a tutti questi libri? I miei, a furia di accumularli , rischiano di ‘ricoprirsi di ragnatele’ ^^” : la giornata è davvero troppo breve .-.

      Comunque, per Jayla: ti consiglio di leggere PRIMA il nuovo ‘libro’ della Troisi, per POI leggere ‘La Città dei Libri Sognanti’, perchè con questo libro del grande Moers le tue papille letterarie canteranno (soprattutto dopo una ‘lettura’ delle opere letterarie di Miss.Troisi) 😀 Almeno le mie papille l’hanno fatto ^^

      • Jayla

        Ho fatto esattamente così ^_^
        Ho prima letto quello di Licia e adesso sto leggendo “La città dei libri sognanti”!

      • Jayla

        Ah, dimenticavo “I rinnegati della foresta” di Robin Hobb! L’ultimo della trilogia del figlio soldato *-*
        Lo aspettavo con ansia!

  • Ossimoro

    Anche io sono interessata all’ultimo della Troisi (lo vorrei in ebook, perché questi qui cartacei fanno troppo volume), più che altro per vedere se è riuscita ad uscire dal mondo emerso. Forse sono l’unica, ma mi sono chiesta spesso perché non abbia ancora mai creato un protagonista maschile. Premetto che non sono andata oltre la seconda trilogia, quella delle “guerre”, ma mi risulta che anche le protagoniste dei successivi e della “ragazza drago” siano donne. Non che ci sia niente di male in questo, solo che trovo tenda a ripetersi nella caratterizzazione dei personaggi.

    • topolinamarta

      Ci avrei giurato, guarda. Io l’eBook non l’ho ancora cominciato, ma per curiosità ieri mi sono letta il riassunto dei primi tre libri tanto per rinfrescarmi la memoria… e davvero non capisco se il Paolini faccia apposta a tirarla dannatamente per le lunghe o se sia davvero convinto che una storia del genere possa occupare così tante pagine… O.o
      Riguardo alla Troisi, se devo essere sincera non mi ricordo neanche quali libri ho letto e quali no: mi dà talmente la nausea che faccio come se non esistesse. Di quelli che ho letto, però, ricordo che le protagoniste femmine erano tutte uguali: Mary Sue in modo spaventoso, piagnone e rompiscatole. Conoscendo la Troisi, non dubito che anche Talitha (o come si chiama) non sia da meno ^^

  • RobyGranger

    Io ho acquistato Inheritance e ho anche iniziato a leggerlo: è un mattone quasi illeggibile! Sto seriamente prendendo in considerazione l’idea di saltare a piè pari alcune pagine, perchè sono di una noia mortale. Descrive azione per azioni quello che succede, e poi lo fa nelle scene meno importanti! Per darvi un’idea, 10 pagine di combattimento-allenamento con Arya!!! No, insostenibile!
    Ho comprato solo quello perchè la mia libreria è stracarica, e poi erano 20 euri

  • gambero83

    Perchè buttare via i propri soldi per immondizia come quella della Troisi o di Paolini? Proprio non lo capisco^^ Per giunta ho visto che è uscito un cofanetto con tutti i romanzi trash del pargolo, non vi dico il prezzo allucinante (magari lo conoscete 😉 )
    Cioè, si deve esser proprio masochisti eh! XD

  • Ossimoro

    Oggi mi son comprata “La trama del matrimonio”, l’ultimo di Jeffrey Eugenides, uno dei miei autori preferiti (ha scritto Middlesex e La vergini suicide). Era almeno dal 2003 che aspettavo qualcosa di nuovo da questo meraviglioso autore, quindi ripongo grandi aspettative. 20 euri, un botto! Mi consolo pensando che Eugenides è un premio Pulitzer e ci sono libri vampireschi scritti di bimbimikia 12enni che arrivano a costarne anche 22 (…)

  • Fr@

    Quanti e-book!
    Io ho preso Inheritance (da amazon, per risparmiare:D), Persuasione di zia Jane, la leggenda di earthsea (da comprovendolibri e non mi è ancora arrivato dopo tre settimane argh! >.<)e prossimamente vorrei prendere la leggenda di otori..tutto qui per ora^^ a inizio novembre ho preso anche timeline e il libro delle anime di cooper ma non l'ho iniziato, è lì che aspetta. Il libro della Troisi stavolta non ho nessuna intenzione di comprarlo

  • Il Critico

    Guardiani tra i mondi – Non letto
    La luce, il buio e i segreti di Andàra – Sotto la croce – Non letto
    Il libro dei misteri – 45%
    Inheritance – 5%
    The Mark – 82%
    Il mercante dei libri maledetti – 60%
    Il sentiero di legno e di sangue – Cominciato

    • topolinamarta

      Mi ero ripromessa di ignorarti, Critico, ma faro una piccola eccenzione e ti porrò una semplice domanda, credo a nome di tutti: a noi che ce ne frega? Se non spieghi almeno un motivo per cui un certo libro ti è piaciuto, è come se non avessi detto niente. Mi va benissimo, per esempio, che tu abbia dato un misero 15% ad Atlantis, che invece io ho trovato gradevole, ma ti sarei grata se ci spiegassi il perché. È così faticoso?

      • Il Critico

        Io non devo spiegare il perché. Dopo aver letto un libro, io gli do un voto. Se vedi che ho dato a The Mark 82%, capirai che mi é piaciuto, e se ti fidi del mio parere, lo compri. Molti recensori svelano troppo o quasi tutto dei libri nelle recensioni, e poi uno non ha nemmeno più la voglia di leggerseli.

      • topolinamarta

        Io non mi fido mai di un semplice voto: io voglio sapere da chi ha letto un certo libro cosa ci ha trovato di buono e cosa no, in modo da sapere se quel libro potrà piacermi o meno. E dire, per esempio, che la storia è avvincente e originale o che i personaggi sono ben caratterizzati non vuol dire svelare troppo di un libro.

      • Il Critico

        Ad ognuno la propria opinione. Comunque, spero che il mio libro verrá recensito da te, anche se non é proprio fantasy.

    • il Censore

      criticoooo… perché mi ignori?
      ti ho fatto qualche domanda sui libri che tu hai letto, domande davvero banalissime. Perché non mi rispondi? hai paura?

  • il Guardiano

    topolina… Hai già iniziato quella ciofeca de “Il Libro dei Misteri”

    C’era qualcosa di cretino quasi ad ogni pagina. Oscillavo tra il ridere e WTF?!? con tanto di schiaffo sulla fronte.

  • il Guardiano

    Il mio tono era di qualcuno che ti imponeva di pensare che “Il Libro delle Ciofeche” era uno schifo?
    Volevo sapere cosa ne pensavi.

  • il Guardiano

    C’è una caccia, in giro per il web.
    Anche se io avessi detto che è una ciofeca (e l’ho detto), che male c’è?
    Questo ti impedirebbe di farti una idea o scoprirlo da sola?

    • topolinamarta

      Il “problema” era un altro: leggere il tuo “È una ciofeca” mi ha fatto lo stesso effetto di uno di quei “BlliximoOoOoOoO!!!!1!!!11!” che trovo ogni tanto in rette. La prima sensazione, dunque, è stata irritazione e antipatia, visto che non sopporto chi fa affermazioni apparentemente assolute senza motivarle. Anche se posso non condividere, rispetto sempre anche chi non la pensa come me, a patto che motivi il suo pensiero 🙂

  • il Guardiano

    Normalmente, un giudizio come “è bellissimo” o “è bruttissimo” è normale.

    Lo si motiva in, più o meno, due casi:
    1) Quando si fa una recensione… e non è questo il caso.
    2) Quando qualcuno ti chiede il perché di un determinato giudizio.

    Mi sembra assurdo e ridicolo, oltre che una perdita di tempo, dover motivare ogni giudizio, quando non è richiesto.
    Per spiegarti il perché, dovrei spendere tempo. Volendo, potrei portare anche degli esempi, quindi dovrei trovare il libro e perdere ancora altro tempo.
    Per poi, magari, leggere un “Si, ok…ma chi te l’ha chiesto?”.

    Ripeto: quel libro è proprio una ciofeca, scritto in un modo cretino e con trovate WTF?!?
    Se vuoi, posso motivarti il mio giudizio.
    Altrimenti, aspetto che tu lo legga per poi commentarlo.

    • topolinamarta

      Si dà il caso che ci troviamo in “casa mia”, ovvero in un blog dove tutti possono esprimere giudizi, a patto che siano motivati 😉
      Non ti stavo chiedendo una recensione… almeno un piccolo esempio significativo, però, sarebbe stato gradito. Non so… “Nihal della terra del vento” è una ciofeca perché, per esempio, la protagonista combatte mezza nuda e i draghi impiegano una settimana per volare in cima a una montagna 🙂

      PS: scusa se ti sono sembrata un po’ scortese e/o su di giri… non è stata propriamente una settimana tutta rose e fiori 😦

    • Il Critico

      Sono assolutamente d´accordo con te, Guardiano. Non é detto che uno deve motivare il proprio giudizio ogni volta che si esprime- Con questa affermazione ti sei dimostrato una persona carismatica e intelligente, che osa contraddire la ´´padrona´´.

      • topolinamarta

        Io non la vedo così: penso si sia trattato di un semplice scambio di idee differenti. Non capisco perché dovrei sentirmi contraddetta: non obbligo mica chi mi segue a pensarla come me, anzi 🙂 Semplicemente, per una convivenza pacifica sul mio blog mi piacerebbe che tutti motivassero quello che esprimono. Non vi va di farlo? Nessun problema, ma non stupitevi se non dovessi prendervi troppo sul serio 🙂

      • Il Critico

        ´´Si dà il caso che ci troviamo in “casa mia”, ovvero in un blog dove tutti possono esprimere giudizi, a patto che siano motivati ;)´´

        Questo secondo te non é obbligare?

      • topolinamarta

        Posso sapere chi ti obbliga a rimanere qui, se non ti va di sottostare a poche semplici regole?

      • il Censore

        critico, tu continui a ignorarmi…
        mi accontento di una risposta alle svariate domande che ti ho fatto sui libri che dici di aver letto e che ho letto anche io.
        una sola, dai che ce la puoi fare…

  • il Guardiano

    Critico, a differenza tua, io non sono un troll. Almeno io non mi definisco così.

    Per quanto riguarda il “dare giudizi motivati”, ripeto, li do solo quando richiesti o quando devo recensire qualcosa (ad esempio su anobii).
    E’ inutile sprecare tempo per motivare un giudizio se a nessuno interessa quel giudizio.
    Comunque, quando lo leggerai, ne parleremo.

    OT: dare la precedenza ai libri del progetto va bene… però dovresti alternarli con libri “normali” per un motivo pratico:
    Come faccio a fidarmi dei tuoi giudizi (e parametri di valutazione) su libri sconosciuti quando non so se sono simili ai miei su libri in comune?

    • topolinamarta

      A me interessa 🙂

      PS: lo so, infatti cerco di farlo, ma capirai anche tu che, visto il poco tempo che ho per leggere, preferisco dedicarmi ai libri “urgenti”.
      Come fare per capire i parametri del mio giudizio? Be’, se le recensioni qui non ti bastano, fai un salto sulla mia libreria di aNobii: tra oltre 150 recensioni ne troverai pure una che ti interessi 🙂
      Comunque, non è così facile stabilire quali libri sono “più conosciuti”. Per dire, ho scoperto giusto ieri l’esistenza di quello che, a detta del mio professore d’italiano, è il più conosciuto scrittore francese di sempre… che ovviamente non avevo mai sentito nominare xD Questo per dire che un libro che può risultare sconosciuto a me può essere un must per te, e viceversa =)

  • il Guardiano

    Non è questione di interessarsi a una determinata recensione o cercare un bel libro. E’ questione di fiducia del tuo giudizio.

    Mi spiego.
    Se tu giudichi un bel libro “guardiani tra i monti”, l’unica cosa che penso è: ok, gli è piaciuto. Bene.

    Se recensisci un libro conosciuto (e che magari in molti – me compreso – hanno letto), posso controllare se il mio giudizio su tale libro è simile al tuo.
    Questo è almeno il mio ragionamento quando devo scegliere un libro su anobii.

    • topolinamarta

      Appunto, dicevo… su aNobii di libri ne ho già recensiti tanti, tra i quali di sicuro anche titoli “conosciuti”, perciò, in attesa che io pubblichi una recensione di uno di questi libri conosciuti puoi guardare là 🙂 Spero di aver capito cosa intendi, adesso 🙂

  • il Guardiano

    allora, visto che ti interessa:

    pag.9 (che in realtà è pagina 1) : “prendendo per vero il detto secondo il quale uno sguardo poteva dire più delle parole, allora era chiaro che in quel momento avrebbe preferito essere da un’altra parte.”

    Questo non è un pensiero o un discorso… è un giudizio del Narratore. Fa semplicemente ridere.

    pag. 10: “Aveva circa trent’anni, anche effettivamente ne dimostrava qualcuno, ma non troppi, in più”.
    Sempre il narratore… ahahahhahaha Ma non troppi. ^_^

    Pag. 10: “Quando Mathan aprì i due battenti della camera da letto per poi richiuderli dietro di sé, vide sua moglie seducentemente distesa sul grande letto”

    Tralasciando la bruttissima costruzione della frase (che potrebbe andar bene in un saggio, ma non in un romanzo), quel SEDUCENTEMENTE non si può proprio vedere… ^_^

    Pag 11: “Mai una danza fu tanto galeotta e il giovane principe, quella sera, si accorse che il miracolo chiamato “colpo di fulmine” sembrava esistere davvero”…

    Che poeta, signori, che poeta! La danza Galeotta di Divina memoria! ^_^ e l’espressione “colpo di fulmine”? ^_^

    pag. 15: Qui c’è il Re Mathan che deve andare a trovare i genitori della regina:
    “«Sono d’accordo». Si stiracchiò languidamente.[disse la regina] «Ricorda di mandare un messaggio per avvertirli: non vorrei arrivare a casa loro e interrompere qualcosa di importante».
    […]
    Il mattino successivo, dopo una rapida colazione, si sedette alla scrivania e buttò giù una bozza del messaggio da far poi controllare alla moglie. Se la cavava molto meglio di lui con le parole.
    «Adeguato» commentò lei dopo averlo letto.”

    Ahahahahahahhaha tralasciando i punti dopo le virgolette e il “languidamente” che viene ripetuto di continuo…
    Ma che cazzo è questo re, una capra? e soprattutto, non ha un segretario? deve farlo leggere alla moglie “che se la cava molto meglio di lui con le parole”? hahhaaahahahah
    E poi non vuole “interrompere qualosa di importante”… cazzo, sveglia! sei tu il Re! tu mandi le lettere per farti preparare il banchetto e la camera migliore non per non disturbare!

    Oltre a questo ci sono decine e decine di cose cretine.
    Il re che saluta un soldato stringendogli la mano o il capo delle guardie che sfanculizza pubblicamente il Re.

    Tutte cretinate! ^_^

Stretta è la soglia, larga è la via: dite la vostra, che ho detto la mia!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: