I fantastici libri volanti del signor Morris Lessmore

Siete a casa, vi annoiate e non sapete come impiegare i prossimi quindici minuti? Anche se avete risposto “no” a queste tre domande, non potete proprio lasciarvi scappare il video che sto per proporvi. Io l’ho scoperto per caso circa una settimana fa e, come mi accade spesso, me ne sono innamorata, tanto che da allora non sono felice se non lo guardo almeno una volta al giorno.
Come i lettori più arguti avranno intuito leggendo il titolo di questo post, mi riferisco al cortometraggio che risponde al nome di “The Fantastic Flying Books of Mr. Morris Lessmore”, che tradotto significa… vabbè, avete capito, no?
Si tratta, naturalmente, di un piccolo film che parla di libri; però non voglio dirvi nulla di più, perché una sorpresa è una sorpresa.
Ma come? Lo avete già visto e adesso state pensando «Ohibò, ma allora questa Topolina è proprio stramba, se credeva di proporre una cosa nuova!»? Nessun problema: guardatelo di nuovo. È un ordine! 😉

Detto questo, buona visione, sia a chi lo vede per la prima volta, sia a chi, come me, è ormai un innamorato perso…

Annunci

11 responses to “I fantastici libri volanti del signor Morris Lessmore

  • sergio

    Molto grazioso e poetico. Sei tu la ragazza che arriva alla fine? 🙂
    Sicuramente hai riconosciuto il motivetto che suona il libro al pianoforte:
    Va Pierino col suo fucil
    nel bosco cupo cupo
    e d’un tratto ecco venir
    oh, proprio un lupo
    E’ di legno quel fucil
    le palle son di sambuco
    però il lupo non lo sa
    etc. etc.
    Ciaooooooo
    Sergio

  • Ritam

    A dir poco adorabile, non solo per la storia, deliziosa in sè, ma anche per le trovate! La cosa più geniale a mio parere, il libro Hunpty Dunpty con le illustrazioni a fare da espressioni! E’ molto complicato gestire una recitazione così ^^ ed il risultato è davvero un successo! Complimenti allos tudio e grazie per averlo postato!

  • Chiara

    Semplicemente stupendo, mi ha perfino fatto venire le lacrime agli occhi… dice tutto quello che c’è da dire sui libri, gli unici veri amici che non ci tradiranno mai, in grado di dare colore alla nostra vita anche quando questa sembra essere dipinta con le tinte più fosche…

  • profG

    Chissà se voi giovani avete notato che il protagonista è la versione animata di Buster Keaton? IL film mi semra anche un bel po’ ispirato al suo celebre film “Steamboat Bill jr” del 1928 in cui Buster ha a che fare con un tornado.

    PS: viva il cinema slapstick!

  • Fr@

    Non lo conoscevo, grazie per averlo postato! è bellissimo a un certo punto mi sono commossa sigh :’)

  • Carlotta

    Semplicemente favoloso!!
    Mi é piaciuto da morire! 🙂
    So che non c’entra niente, ma sono entrata in biblioteca e ho visto che sei passata al concorso! Ho fatto un sorrisone da orecchio a orecchio quando ho visto il foglio col tuo nome ^^
    Bravissimaaaaa!!!!

    • topolinamarta

      Haha, grazie! 🙂 Ora, se ho capito bene, dovrebbe esserci un’ulteriore selezione fatta da un professore di Bologna – o qualcosa del genere -, ma in ogni caso sono già felicissima di essere arrivata a questo punto! *-*

      PS: se mi danno il via (dato che il racconto deve essere inedito), lo posterò anche qui 🙂

  • Carlotta

    Beh, in ogni caso io ti tengo le dita incrociate! 🙂
    Nel caso volessi pubblicarlo, io sarò ben felice di leggerlo!!

  • Emilio

    Solo La Poesia Colora Il Grigio Quotidiano…

  • Lorenzo

    Fantastico

Stretta è la soglia, larga è la via: dite la vostra, che ho detto la mia!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: