[Recensione] Cleoth e Arkh

Desidero scusarmi con l’autore per il grosso ritardo nella pubblicazione di questo commento riguardo al suo libro: non so bene cosa sia successo, ma l’eBook si era perso da qualche parte nei meandri del mio computer… mi spiace davvero tantissimo per la lunga attesa 😦

Titolo: Cleoth e Arkh
Autore: Sergio Bertoni
Genere: narrativa, fantasy, storia, Egitto
Editore: Photocity
Pagine:  149
Anno di pubblicazione:  2012
Prezzo di copertina: €10,00
ISBN: 9788866822097
Formato: brossura
Valutazione: 
Grazie all’autpre per aver inviato il libro in formato eBook.

  

RIASSUNTO – Fidia, un astronomo siracusano, conduce il giovane figlio ad Alessandria, tra i migliori scienziati dell’epoca, per proseguire i suoi studi. Il giovane, che oltre ad essere uno studioso è anche un valoroso guerriero, si innamora di una bellissima sacerdotessa di Iside e ne è riamato. Seguono incredibili avventure che coinvolgono Dei egizi e sepolcri, con mummie di remoti Faraoni. Un antichissimo popolo,che sembrava scomparso, ritorna da un lontano passato alla ricerca di nuove glorie. Il guerriero e la sacerdotessa devono contrastare e combattere il volere di un potente Dio oscuro, e il tentativo di un sacerdote di …. ma lo saprete leggendo il libro, che si conclude con la difesa di Siracusa dall’assalto dei romani, ostacolati dalle incredibili invenzioni belliche del genio di Archimede. Una storia apparentemente vera, con molti personaggi realmente esistiti, reinterpretata dalla fantasia.

L’AUTORE – Sergio Bertoni, nato a Roma nel lontano 1935, ha vissuto la sua fanciullezza a Padova, subendo, con la sua famiglia, il terribile periodo della guerra e sopravvivendo a otto bombardamenti.
Conserva di quel periodo un ricordo vivissimo di cui si trova traccia in alcuni suoi racconti.
Precocissimo il suo interesse per la lettura; a soli otto anni già divorava di notte, al lume di una candela, tutti i libri della biblioteca paterna, comprese opere, non proprio leggère, come “Guerra e Pace” di Lev Tolstoj o la trilogia “La nascita, La morte e La Resurrezione degli Dei” di Dimitri Mereskovskij.
Laureatosi in lingue e letterature moderne a Milano, con una tesi di ricerca su “Candida” di George Bernard Shaw, ha ora finalmente, dopo una vita di lavoro in una delle più grandi aziende italiane, tutto il tempo necessario per dedicarsi alle grandi passioni della sua vita: la lettura e la scrittura.

Continua a leggere

Annunci