[Recensione] La compagnia della Serenissima

Salutiamo il mese di luglio con una nuova recensione del progetto, in cui parlerò del romanzo La compagnia della Serenissima.
N.B.: troverete un piccolo spoiler, ma non preoccupatevi: ho pensato di metterlo dello stesso colore dello sfondo, così non correrete il pericolo di rovinarvi la sorpresa. Se invece volete leggerlo, vi basterà selezionare la frase in questione e… puff! Magicamente il testo tornerà visibile! 🙂

Titolo: La compagnia della Serenissima (#1/3)
Autore: Francesca Sannibale
Genere: fantasy storico
Editore: IlMioLibro (autopubblicato)
Pagine: 226
Anno di pubblicazione: 2011
Prezzo di copertina: €16,50 (€11,50 su Ilmiolibro.it)
ISBN: 9788891008435
Formato: brossura
Valutazione:  
Grazie all’autrice per avermi inviato il libro in formato eBook.

     

RIASSUNTO – La riapertura della Ca’ Rosa e la riscoperta di una misteriosa lettera risalente al 1750 innesca, simile all’ingranaggio di un carillon, una serie di eventi a metà strada fra il soprannaturale e lo spionaggio, l’intreccio d’amore e il mistero. Luigi Del Casato ha sedici anni e si può definire un ribelle a tutti gli effetti. Nobile e sprovveduto, abbandonato dai suoi genitori quando era ancora un bambino, il giovane vive il caos della decadente Venezia del Settecento senza conoscere alcuna regola all’infuori del suo inestirpabile senso dell’onore, abbandonandosi a una bravata dietro l’altra insieme a Fabrizio, il suo migliore amico. La sua vita cambia in un piovoso pomeriggio d’inverno, quando, mentre è alla ricerca di una maschera per l’imminente Carnevale, il ragazzo si imbatte nel misterioso Gondoliere, un uomo dall’oscuro passato che sembra conoscere molte cose sui suoi genitori, segreti inconfessabili intrisi di magia e tradimento. Deciso a saperne di più, Luigi accetta di imparare le arti magiche, diventando un promettente apprendista.
Colomba Naradin ha quindici anni e nessuno fuori dalla porta della sua prigione di lusso sa della sua esistenza. Figlia di traditori della Repubblica, la ragazza è tenuta prigioniera dal perfido zio, che le ha ucciso entrambi i genitori e il fratellino durante un colpo di Stato. Avida di vendetta e di libertà, guidata dai poteri magici che le scorrono nelle vene, Colomba riesce a sfuggire al suo aguzzino assumendo le sembianze della Dama Nera, una maschera che presto attirerà molte voci su di lei in tutta Venezia. Il suo destino e quello di Luigi si incontreranno nel tripudio di colori del Carnevale in piazza San Marco, facendo nascere fra i due un amore potente quanto pericoloso. E quando il ragazzo verrà sfidato a un duello mortale, Colomba sarà costretta a fare una scelta dalla quale non ci sarà via di ritorno. Una scelta che potrebbe salvare l’intera Venezia dalla totale distruzione.

L’AUTRICE  Nata nel 1991, nel 2010 si è diplomata al Liceo Classico con buoni voti e attualmente studia Storia dell’Arte presso La Sapienza di Roma. Il suo primo libro, “La Torre sul Mare”, nasce sui banchi di scuola durante un’ora di buco, quando aveva solo 13 anni. Da quel momento in poi, non smetterà mai di scrivere. “La Compagnia della Serenissima”, trilogia iniziata nel 2007, è finora il lavoro che le è stato maggiormente riconosciuto dal pubblico e dalla critica, conquistando nel 2011 la semifinale al concorso ilmioesordio. Attualmente l’autrice si dedica anche alla pubblicazione di fanfiction e racconti originali sul sito EFP e alla stesura di testi teatrali per la propria compagnia. Nella vita di tutti i giorni, canta in un coro polifonico e pratica equitazione a livello amatoriale.

Continua a leggere

Annunci